Ordinativo Informatico Locale

Si è svolta il 15 maggio 2013 una riunione della “Task force per la normalizzazione Ordinativo Informatico Locale (OIL) ai sensi del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118” (in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi), istituita dall’Agenzia per l’Italia Digitale, sul tema dell’armonizzazione contabile degli enti territoriali.

Alla riunione, oltre ai rappresentanti dell’Agenzia per l’Italia Digitale (Maria Pia Giovannini, Alberto Carletti, Franco Frulletti, Daniele Giulivi) hanno partecipato rappresentanti di diverse imprese IT, di Associazioni, del CISIS e di Roma Capitale. In collegamento videoconferenza hanno preso parte all’incontro funzionari della Regione Lombardia e della Regione Marche.

La riunione fa seguito al Tavolo di lavoro tra gli Istituti di credito, l'Associazione Bancaria Italiana, le Amministrazioni e le imprese, finalizzato ad aggiornare gli standard dei flussi di tesoreria degli enti locali fissati nella circolare ABI – Serie Tecnica n. 35, del 7 agosto 2008.

L’ABI, con la propria circolare n. 80, Serie Tecnica, del 29 dicembre 2003, era già intervenuta sui processi di pagamento ed incasso delle amministrazioni pubbliche, definendo le regole tecniche e lo standard per l’emissione dei documenti informatici relativi alla gestione dei servizi di tesoreria e di cassa degli enti del comparto pubblico, creando il così detto Ordinativo Informatico (OI), ossia lo strumento che consente la l'invio, con modalità telematiche standard, degli ordini di pagamento (cosiddetti “mandati di pagamento”) e delle disposizioni di incasso (cosiddette “reversali di incasso”) intercorrenti tra gli enti pubblici e le banche tesoriere/cassiere. Successivamente, come si è accennato, l’ABI è nuovamente intervenuta sulla materia con la circolare ABI – Serie Tecnica n. 35, del 7 agosto 2008, per recepire le evoluzioni introdotte dalla SEPA e per soddisfare nuove esigenze.

Ravvisandosi ora l’esigenza di procedere ad una revisione della circolare ABI – Serie Tecnica n. 35, del 7 agosto 2008, l’ABI propone un nuovo tracciato sull’Ordinativo Informatico (allegato). Sulla materia la Regione Lombardia ha fornito un proprio contributo relativo all’aggiornamento OIL (allegato).

L'obiettivo da parte dell’Agenzia è pertanto quello di condividere il nuovo tracciato standard, proposto dall’ABI, al quale è possibile, in questa fase, da parte della Task force (quindi da parte delle imprese ed enti partecipanti al Tavolo) proporre modifiche ed integrazioni. Una volta condiviso il nuovo tracciato standard, l’Agenzia emanerà apposite Linee guida al fine di fornire le opportune indicazioni agli enti. Il nuovo tracciato standard sarà pertanto unico e dovrà essere adottato da tutti i soggetti interessati.

In relazione a ciò è possibile inviare entro il 24 maggio 2013 all’Agenzia per l’Italia Digitale (agli indirizzi sopra riportati) e, per conoscenza, agli altri componenti della Task force le proposte di modifica al nuovo tracciato Ordinativo informatico proposto dall’ABI ed integrato dal documento della Regione Lombardia.

L’Agenzia per l’Italia Digitale ha infine manifestato la possibilità (ancora tutta da studiare e da definire) di indicare - nei modi e nelle forme che saranno ritenute corrette ed atte ad evitare distorsioni del mercato - le Imprese che avranno dichiarato di aver adottato il tracciato standard, con conseguente realizzazione di prodotti conformi alle Linee guida che saranno emanate.

Il dott. Domenico Virga e il Dott. Giuseppe Neri, che leggono in copia, sono a vostra disposizione per eventuali chiarimenti in merito.

 

 

 

 

 

   Anitec-Assinform
   Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
   P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

|   Powered by Kali, Corporate CMS