Monitoraggio del pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese

Come già comunicato nei giorni scorsi è stata attivata una sezione del sito del Ministero dell’economia e delle finanze  (http://www.mef.gov.it/primo-piano/article_0118.html) nella quale vengono pubblicate informazioni sul monitoraggio del pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese creditrici secondo quanto disposto dal DL 35/2013. Nel sito è pubblicato un documento che contiene lo stato di avanzamento dei processi di attuazione del DL 35/2013 aggiornato al 22 luglio 2013.

Nel complesso, il MEF evidenzia che sono state già erogate risorse per 15,7 miliardi, pari al 78,5% di quelle messe a disposizione dal decreto per l’anno 2013 (in tale conto sono incluse anche le risorse destinate all’accelerazione dei rimborsi d’imposta e al cofinanziamento dei fondi comunitari).

Sono inoltre disponibili delle tabelle di dettaglio sulle risorse erogate alle PA. Da tali dati emerge che:

  • gli spazi finanziari liberati sul patto di stabilità sono stati integralmente ripartiti e sono utilizzabili per il pagamento dei debiti;
  • le anticipazioni di CDP agli enti locali sono state integralmente erogate. Si ricorda, in proposito, che le amministrazioni che le hanno ricevute sono tenute ad effettuare il pagamento dei debiti verso le imprese entro 30 giorni dalla data di erogazione;
  • le anticipazioni del MEF alle Regioni per il pagamento di debiti non sanitari sono state erogate a 2 Regioni (Lazio e Piemonte) sulle 9 richiedenti. In altri 3 casi (Liguria, Molise e Toscana) il contratto di anticipazione è stato sottoscritto e le risorse sono in corso di erogazione; nei restanti casi si stanno definendo, ai fini della stipula del contratto di anticipazione, il piano dei pagamenti ovvero le misure di copertura della rata annuale di rimborso dell’anticipazione. Le Regioni che ricevono le risorse sono tenute, ai sensi del contratto di anticipazione, a utilizzarle entro 30 giorni dal ricevimento delle stesse: si ricorda che due terzi di tali risorse verranno utilizzate dalle Regioni per pagamenti nei confronti degli enti locali che dovranno però utilizzarle prioritariamente per il pagamento dei loro debiti verso le imprese;
  • le anticipazioni del MEF alle Regioni per il pagamento di debiti sanitari sono state erogate a 4 Regioni (Campania, Lazio, Piemonte, Puglia) sulle 14 alle quali sono state assegnate le risorse. In altri 4 casi (Abruzzo, Emilia Romagna, Liguria, Toscana) il contratto di anticipazione è stato sottoscritto e le risorse sono in corso di erogazione. Nei restanti casi le misure di copertura sono in corso di approvazione ovvero sono ancora in via di definizione il piano dei pagamenti o le misure di copertura. Le Regioni che ricevono le risorse sono tenute, ai sensi del contratto di anticipazione, a pagare le imprese entro 30 giorni dal ricevimento delle stesse.

Non sono al momento disponibili i dati sui pagamenti effettuati dalle PA alle imprese, ma considerando che le amministrazioni debitrici comunicheranno tali dati, anche ai sensi dei contratti di anticipazione, a MEF e CDP (l’elenco dei pagamenti effettuati deve essere inviato entro 45 giorni dall’accredito dei fondi) ci si attende che gli stessi vengano resi disponibili nelle prossime settimane.

 

 

 

 

   Anitec-Assinform
   Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
   P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

|   Powered by Kali, Corporate CMS