Decreto MISE di finanziamento di Progetti R&S ICT su tecnologie abilitanti

Confindustria Digitale ci informa che il Ministero dello sviluppo economico ha inviato il decreto (in allegato) con cui vengono destinati 150 milioni del “Fondo crescita sostenibile” a favore di progetti di Ricerca e Sviluppo di grandi dimensioni (investimenti compresi tra 5 e 40 milioni di euro nell’arco di 36 mesi max) nel settore ICT coerenti con l’Agenda Digitale italiana e con il programma europeo Horizon 2020.

Il decreto è alla registrazione della Corte dei Conti. Considerando l’importanza del provvedimento la Federazione, oltre ad informare gli Steering Committee, ritiene utile organizzare un incontro a porte chiuse, entro il prossimo mese di dicembre, con le Associazioni, le Aziende e i rappresentanti del Ministero per illustrare le caratteristiche dell’agevolazione.

Trattandosi di grandi progetti la procedura sarà di tipo valutativo, composta da una brevissima fase di valutazione della istanza preliminare (una settimana), una successiva fase di presentazione della domanda, quella dell’istruttoria da parte del soggetto gestore (70 giorni max) e una fase negoziale breve (20 giorni).

In particolare il decreto restringe il campo di applicazione dell’agevolazione (finanziamento agevolato alla spesa pari al 60% per le PMI e al 50% per le Grandi Imprese + contributo a fondo perduto fino al 15% per le PMI e fino al 10/15% per le GI) a progetti basati su 7 specifiche “Tecnologie Abilitanti” (KETs nella definizione europea di Horizon 2020) applicabili a 9 determinati “Settori Applicativi”.

Nell’elenco delle Tecnologie Abilitanti troviamo:

1)      Tecnologie per la nano-elettronica e la fotonica

2)      Tecnologie per l’innovazione di sistemi di comunicazione ottica e senza fili

3)      Tecnologie per l’Internet delle cose

4)      Tecnologie per l’innovazione della virtualizzazione delle piattaforme, delle infrastrutture e dei servizi digitali

5)      Tecnologie per la valorizzazione dei dati su modelli aperti di grandi volumi

6)      Tecnologie per l’innovazione dell’industria creativa, dei contenuti e dei media sociali

7)      Tecnologie per la sicurezza informatica

 

Nell’elenco dei settori applicativi:

1)      Salute e assistenza

2)      Formazione e inclusione sociale

3)      Cultura e turismo

4)      Mobilità e trasporti

5)      Energia e ambiente

6)      Monitoraggio e sicurezza del territorio

7)      Modernizzazione della pubblica amministrazione

8)      Telecomunicazioni

9)      Fabbrica intelligente

Il documento allegato è composto dalle prime quattro pagine di un appunto riepilogativo, dalle successive 18 pagine di decreto e dai due allegati finali

 

 

 

 

   Anitec-Assinform
   Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)
   P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967

|   Powered by Kali, Corporate CMS